SIDNEY

23 Ottobre 2015
Australia, terra di pizze e di pizzaioli
Nell’immaginario collettivo l’Australia è sinonimo di grandi spazi, di terra di libertà, di grandi distanze, di deserto, oceano e canguri… e oramai anche di pizza!
Si, la nostra amata pizza tricolore sta colonizzando la patria del Rugby, della carne e del buon vino, grazie all’intraprendenza dei pizzaioli italiani e della tenacia e del coraggio delle aziende del nostro paese che un passo alla volta cominciano a rendere quella terra distante un piccolo angolo di Belpaese.
La vostra rivista è stata nelle settimane scorse al Fine Food Sidney, fiera di riferimento per il foodservice di quella città, sia per documentare e documentarsi a proposito di una realtà in grandissima crescita sia per patrocinare la Quarta edizone di Pizza Revolution Grand Prize, competizione aperta a tutti i pizzaioli valida come tappa di pre selezione del Campionato Mondiale della Pizza 2016.
La gara, organizzata da Pizza Revolution di Dario D’Agostino e sponsorizzata da un gruppo di aziende italiane che vedevano come Main Sponsor Le 5 Stagioni e come sponsor Gi Metal, Forni Valoriani, Pizza Master, Ristoris, i faggetti Sitta e Coldline, ha visto una partecipazione di concorrenti molto qualificati ed in crescita rispetto alle precedenti edizioni.
Tra i membri della giurie il Campione del Mondo Stg 2014 Johnny di Francesco, il pluricampione di Las Vegas Pizza Expo Theo Kalogeracos, la direzione dell’Associazione Verace Pizza Napoletana (erano presenti il Presidente Antonio Pace ed il vice vicario Massimo di Porzio), oltre a numerosi food blogger e noti ristoratori di successo come Ben Riccio, titolare del famoso ristorante pizzeria “Napoli in Bocca”.
La gara è stata davvero un successo di pubblico ed ha fotografato un movimento davvero in crescita esponenziale, anche se chiaramente molto si sta facendo e molto c’è da fare ancora!
Questi i risultati delle diverse specialità:
Pizza Napoletana  STG:
Gold Medal: Mario Martellino
Silver Medal: Youssef Ben Touati
Pizza Gluten Free:
Gold Medal: Marco De Marco
Silver Medal: Deanna Tilker
Pizza Dessert ( categoria non valida per il Campionato Mondiale 2016): 
Gold Medal: Youssef Ben Touati
Silver Medal: Alessio Minucci
Pizza Classica:
Gold Medal: Riccardo Soffriti
Silver Medal: Youssef Ben Touati
Free Style Individuale:
Gold Medal: Marco De Marco
Silver Medals: Alessio Minucci and Alessandro Belnome
Oltre alle aziende che hanno sponsorizzato le gare abbiamo notato come detto all’inizio una nutrita presenza di realtà italiane, e questo segnale positivo di intraprendenza non può che farci piacere, segno di vitalità e conferma di interesse in tutto il mondo per la qualità Made in Italy.
Alcune erano presenti con i loro importatori, altre con la rappresentanza istituzionale italiana capitanata dall’Ice: dai Molini Polselli, Iaquone,  Pasini, Dallagiovanna e Caputo ad aziende come Greci Prontofresco, Igf Fornitalia, Moretti Forni, Labi Beer, Stima.
Ci piace ricordare inoltre la serata organizzata dall’importatore di Valoriani-Refrattari “Euroquip” di Joe Cassisi e dedicata alla pizza napoletana e all’Associazione Verace Pizza Napoletana, una serata servita a proclamare i nuovi delegati per l’Australia e per divulgare la tradizione della pizza napoletana anche a Sidney.
//campionatomondialedellapizza.it/new_site/wp-content/uploads/2016/02/5STAGIONI.png
//campionatomondialedellapizza.it/new_site/wp-content/uploads/2016/02/greci.png
//campionatomondialedellapizza.it/new_site/wp-content/uploads/2015/10/gimetal-2.png

Galleria Fiera

 MG 5763
« 1 di 20 »

Galleria Gara

Paolo Aggio di Sitta con il suo importatore Ben Riccio
« 1 di 20 »